Romano Tommasi: La meridiana italica di Stazzema

Data: dal 17-08-2019 al 17-08-2019
Luogo: Pietrasanta

Sabato 17 Agosto 2019, alle ore 18,45 si terrà la quarta conferenza del 41° Ciclo di Conferenze dedicato alle iniziative di promozione del convento di San Francesco, rivolte a sensibilizzare la cittadinanza al restauro della chiesa che rappresenta un patrimonio storico, artistico e culturale e religioso di Pietrasanta.

La misurazione del tempo nel Chiostro di San Francesco: la meridiana italica e quella astronomica

SABATO 17 AGOSTO 2019,
ore 18,45
PIETRASANTA- CHIESA DI
SAN FRANCESCO
ROMANO TOMMASI

Le meridiane italiche segnavano le ore trascorse, non dalla mezzanotte come negli orologi moderni, bensì dal tramonto del giorno precedente: quindi indicavano le ore della giornata da poter ancora dedicare al lavoro e alla preghiera.
In Versilia storica, ne esistono tuttora solo due, a Pietrasanta e a Stazzema.

Nella sua autobiografia, lo storiografo della Versilia Vincenzo Santini (1807-1876), allora sedicenne, narra di aver fatto visita alla propria amata (Ersilia di Riomagno, «ove eran belle ragazze») la sera di San Martino (11 novembre) alle «ore 23». A prima lettura, parrebbe essersi trattato di un incontro "segreto"; ma non poteva esserlo, perché il giovane era accompagnato dal padre dell'amata. Dunque? Le «ore 23» altro non indicavano che le ore italiche che, nel buon tempo che fu, erano conteggiate dal tramonto del giorno precedente, così come quelle indicate dalla meridiana del chiostro di San Francesco, in Pietrasanta, realizzata nel 1658. Dei 69 orologi solari astronomici presenti sul territorio della Versilia fiorentina (comuni di Pietrasanta, Seravezza, Stazzema e Forte dei Marmi), solo due sono ad ore italiche: questo sulla parete che guarda ad occidente del chiostro di Sant'Agostino e quello esistente sulla facciata della pieve di Santa Maria in Stazzema. Le meridiane ad ora italica comune, o solare - usate in Italia sino alla fine del Settecento e dette anche ab occasu, cioè dal tramonto - furono poi soppiantate da quella astronomica, (cosiddetta oltremontana) basata sul conteggio delle ore a partire dalla mezzanotte precedente, che vediamo rappresentata nel chiostro di San Francesco subito al di sotto di quella italica e realizzata nel 1795. Nella meridiana italica, dunque, la numerazione delle ore corrispondeva esattamente a quella della luce diurna. Sottraendo dalle ore 24 del tramonto) quelle indicate dallo gnomone, i frati dei San Francesco conoscevano di quante ore della giornata potevano beneficiare per la preghiera e per il lavoro.

Scarica la locandina in formato PDF

Indirizzo:
Chiesa di San Francesco


Data: 17-08-2019

Romano Tommasi: le meridiane italiche (chiesa dei francescani a Pietrasanta) (foto di Matteo Varisco)
Romano Tommasi: le meridiane italiche (chiesa dei francescani a Pietrasanta) (foto di Matteo Varisco)
Romano Tommasi: le meridiane italiche (chiesa dei francescani a Pietrasanta) (foto di Matteo Varisco)
Affreschi esterni della chiesa francescana di Pietrasanta (foto di Matteo Varisco)
La meridiana nel chiostro accanto alla chiesa francescana di Pietrasanta (foto di Matteo Varisco)

 

 

Istituto Storico Lucchese – Sez. “Versilia Storica”
e-mail: versiliahistorica@gmail.com
Privacy e Cookies Accesso area riservata

Seguici su Facebook

Loghi Comuni