Quelle brevi pagine che mai ho dimenticato...

Data: 08-04-2020

Libera lettura di scelti brani dalla letteratura d'ogni tempo e paese
Mercoledì 8 Aprile 2020 dalle ore 21 alle ore 22 circa online sulla piattaforma Zoom

MERCOLEDÌ 8 APRILE 2020
dalle ore 21 alle ore 22 circa
SERATA VENTOTTESIMA in VIDEOLETTURA

(la numero 27 si tenne il 16 ottobre 2014)

Su libera scelta di amici e iscritti, «Versilia Storica» organizza al terzo giovedì del mese dei brevi incontri nel corso dei quali sono letti brani od episodi della letteratura che hanno lasciato dentro di noi una indelebile traccia di conoscenza o di educazione. Eccezionalmente, in questa occasione ci vedremo e sentiremo in videolettura e di mercoledì, allo scopo anche di farci gli auguri, carichi di speranza, per la prossima Pasqua.

IN PROGRAMMA

Quando nella egregia città di Fiorenza pervenne la mortifera pestilenza
dall’Introduzione alla prima giornata del Decamerone di Giovanni Boccaccio (1313-1375)
Lettore: Anna Guidi

Le pagine mettono in luce la disgregazione della socialità, conseguenza della peste che afflisse Firenze nel 1348. Cadono i vincoli di vicinanza, di amicizia, di parentela, si disgrega la famiglia, si abbandonano fratelli, coniugi e figli. Scompare il pudore e vengono meno i rituali dei funerali, le belle dimore e le antiche famiglie si svuotano ed estinguono. Si sottolineano le analogie e le differenze con il presente, ora che l’epidemia tiene di nuovo la scena. Le pagine buie della descrizione dl morbo sono di introduzione alla raffinata brigata di giovani uomini e donne che si salva dalla peste chiudendosi in villa e narrando, proprio come stiamo facendo noi.

Il decimo clandestino
Dall’omonimo racconto di Giovannino Guareschi (1908-1968).
Lettore: Enrico Baldi

Il brano che ho scelto di leggere è il racconto «Il decimo clandestino» di Giovannino Guareschi: l’indimenticato creatore dei personaggi di Don Camillo e Peppone ha scritto anche diversi romanzi e racconti che vedono altri protagonisti ed altre ambientazioni. «Il decimo clandestino» è ambientato nella Bassa Padana, in un paese non ben indicato, anche se un accenno “politico” fa capire che potrebbe essere quello delle vicende più note. La vedova di un contadino, madre di nove figli piccolissimi, che non può trascurare per lavorare i campi, deve trovare il modo di guadagnarsi da vivere per non gravare sulle spalle della famiglia. Aiutata finanziariamente dal suocero, lascia la campagna e decide di trasferirsi nel paese per aprirvi una bottega. Il difficile sarà trovare un alloggio per sé e la numerosa “mercanzia”.

Istruzioni per la partecipazione alla serata

Gentilissimi amici di «Versilia Storica»,

nonostante il forzato isolamento che dobbiamo imporci, tanta è la voglia di riprendere quelle iniziative e quegli incontri che ci hanno permesso di vivere assieme, fino ai tempi recenti, momenti di conviviale serenità.

Come messaggio augurale per la prossima Pasqua, vi proponiamo pertanto di riprendere le nostre Serate di Lettura, utilizzando attraverso il web quegli strumenti che la moderna tecnologia ci mette a disposizione. 

Dopo aver acquisito gratuitamente sul vostro computer l’applicazione “Zoom” (https://zoom.us/download), sarà possibile collegarci e vederci, per ascoltare i brani di lettura sopra indicati.

Se è di vostro gradimento partecipare, dopo aver acquisito la detta applicazione, potete confermare la vostra partecipazione inviando una email di conferma a: melania.spampinato@gmail.com.

L’appuntamento è fissato per la sera del prossimo 8 Aprile, Mercoledì Santo, alle ore 21.

L’incontro di dividerà in due parti di mezz’ora ciascuna, con un breve intervallo di dieci minuti. Al termine, ci scambieremo gli auguri per la prossima Pasqua, confermandoci uniti nel segno dell’Amicizia, della Fiducia e della Speranza, in attesa di tornare – un giorno che ci auguriamo il più possibile vicino – a chiudere le nostre serate secondo la regola oramai tradizionale del “taralluccio e vino”.

«Versilia Storica»
dell’Istituto Storico Lucchese


 

 

Istituto Storico Lucchese – Sez. “Versilia Storica”
e-mail: versiliahistorica@gmail.com
Privacy e Cookies Accesso area riservata

Seguici su Facebook

Loghi Comuni